Come Riparare Windows: Risolvere l’errore DISM 0x800f081f

Come Riparare Windows: Risolvere l’errore DISM 0x800f081f

Quando tentiamo di riparare Windows con SFC e DISM non sempre tutto fila liscio. Gli errori di SFC e/o DISM che possono presentarsi in fase di riparazione in un computer basato su Windows 10 o Windows 8 possono rendere molto più difficile la riparazione del sistema compromesso. Per fortuna c’è sempre speranza di ripristinare windows senza perdere dati e senza dover reinstallare il sistema. Vediamo insieme come.

Cos’è DISM?

DISM è l’ultima risorsa con la quale si tenta di ripristinare l’immagine Windows dopo che il system file checker (SFC) ha fallito la riparazione degli errori di sistema. Infatti se dopo aver eseguito il comando “SFC /scannow” (normalmente utilizzato per riparare file e configurazioni di sistema in maniera automatica) si ottiene un messaggio in cui SFC dichiara che ha rilevato la presenza di errori ma non è stato in grado di risolverli, significa che l’installazione di Windows è corrotta e che i file offline e le procedure a disposizione di SFC per riparare il sistema non sono sufficienti o sono danneggiati. Poiché i file di sistema hanno fallito il controllo d’integrità e non è stato possibile correggerli automaticamente, è necessario utilizzare DISM per scaricare i file integri e genuini direttamente da Microsoft prima di riparare il sistema con SFC che, avendo a questo punto tutto il necessario per procedere senza problemi, riuscirà nella procedura di riparazione di Windows.

Quando anche DISM fallisce:

Se il danno è esteso c’è il rischio che venga inficiato anche il funzionamento dello stesso Gestione e manutenzione immagini di distribuzione.
Ad esempio citiamo l’errore più banale:

DISM Errore 0x800f081f, Impossibile trovare i file di origine.
Utilizzare l’opzione “Origine” per specificare il percorso dei file necessari per ripristinare la funzionalità DISM Errore 0x800f081f

Cosa fare a questo punto? Si potrebbe pensare che l’unico modo rimasto per ripristinare il PC sia reimpostare Windows o reinstallare Windows con un supporto USB o CD perdendo in ogni caso i programmi e nel secondo caso anche tutti i dati personali. Per fortuna c’è ancora una possibilità per riparare Windows senza perdere i dati e i programmi: riparare manualmente DISM e il sistema fornendogli dei file integri da un’immagine offline. Vediamo ora come fare a riparare Windows con SFC e DISM correggendo gli errori con file offline.

Come riparare DISM eliminando i suoi errori come 0x800f081f e simili:

Il comando “DISM /RestoreHealth” viene utilizzato per risolvere i problemi eseguendo una ricerca in Windows Updates (o WSUS) per sostituire i file danneggiati. Se, per qualsiasi motivo, Gestione e manutenzione immagini distribuzione non è in grado di ripristinare l’immagine Windows, è necessario specificare un percorso aggiuntivo come origine di ripristino dei file appropriati.

Cioè per risolvere l’errore “DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth” 0x800f081f, è necessario specificare un file di immagine Windows valido (install.wim) che contiene tutti i file necessari per il processo di ripristino.

Il file install.wim è contenuto in qualsiasi supporto di installazione di Windows nella cartella “sources” (sources, install.wim).

Attenzione: Il file install.wim deve essere della stessa versione di Windows, edizione e lingua della versione installata di Windows.

Inoltre se hai scaricato l’ISO di Windows 10, utilizzando lo strumento di creazione dei supporti (Media Creation Tool), sotto la cartella “sources”, invece del file install.wim trovi un file install.esd. Il file install.esd contiene diverse versioni di Windows 10, quindi è necessario estrarre un’immagine di Windows 10 valida (secondo la versione ed edizione di Windows installata, al fine di utilizzarla con il Gestione e manutenzione immagini di distribuzione, altrimenti si visualizzerà il messaggio di errore

I file di origine non è stato trovato – errore 0x800f081f DISM errore 0x800f081f

Istruzioni dettagliate per farlo possono essere trovate nella seconda parte di questa guida.

Se non si possiede un supporto di installazione di Windows, seguire le istruzioni di seguito per creare un supporto di installazione di Windows orinale gratuitamente e in pochi minuti altrimenti passate direttamente alla Parte 2.

Parte 1: Creare il supporto di installazione di Windows

Puoi saltare questa parte se hai già un supporto o hai già il file install.wim adatto alla tua versione di Windows.

  1. Scaricare ed eseguire lo strumento di creazione di supporti per la propria versione di Windows.
    ESD Media creation Tool Windows 10
    ESD Media creation Tool Windows 8.1
  2. Accettare le Condizioni di licenza.
  3. Scegliere Crea supporto di installazione per un altro PC e fare clic su Avanti.
  4. Premere Avanti nella schermata “Seleziona lingua, architettura ed edizione”.
  5. Selezionare il file ISO e premere Avanti.
    • N.B. se vuoi una copia di sicurezza puoi creare a questo punto una USB o CD di installazione e ripristino invece di salvare il file sul PC, nei successivi passi della guida cambierà solo il percorso e l’unità su cui si troveranno i file. Leggi anche come creare una versione live USB di Windows o Linux
  6. Scegliere un percorso di download per il file ISO di Windows e fare clic su Salva.
  7. Sii paziente fino al completamento del download e quindi continua con il passaggio successivo.

Parte 2: Estrarre il file install.wim di Windows dal file install.esd

Al termine del download, fare clic con il pulsante destro del mouse sul file ISO di Windows scaricato e scegliere “monta”.

se nella Parte 1 si è scelto di creare un supporto USB o CD invece di salvare la ISO basta inserire il supporto.

  1. Dal file ISO di Windows montato, copiare il file install.esd dalla cartella “sources” (in modo da non dover scrivere lunghi PATH nel successivo comando)
  2. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e selezionare Prompt dei comandi (amministratore).
  3. Digitare “cd” e invio per passare alla cartella principale dell’unità C:
  4. Quindi digitare il seguente comando e premere Invio, per individuare le immagini che si trovano all’interno del file “install.esd”:
    • dism /Get-WimInfo /WimFile:install.esd
  5. Secondo la versione installata di Windows 10 prendere nota del numero di indice.
    • Per es: se hai installato l’edizione di Windows 10 Home sul tuo sistema, allora il numero di indice è “2”
  6. Quindi dare il comando qui sotto per estrarre il corrispondente alla versione di Windows “install.wim” file (numero di indice):
    • dism /export-image /SourceImageFile:install.esd /SourceIndex:IndexNumber /DestinationImageFile:install.wim /Compress:max /CheckIntegrity
    • N.B.: Sostituire IndexNumber in base alla versione installata in Windows 10.
      • ad esempio, per un computer basato su Windows 10 Home, vogliamo estrarre il file install.wim con il numero di indice 2. Quindi, il comando sarà:
      • dism /export-image /SourceImageFile:install.esd /SourceIndex:2 /DestinationImageFile:install.wim /Compress:max /CheckIntegrity
  7. Una volta completato il processo si dovrebbe trovare il file install.wim esportato sull’unità C:

Parte 3: Riparare Windows con DISM, SFC e file install.wim offline

  1. Fare clic con il pulsante destro del mouse sul menu Start e selezionare Prompt dei comandi (amministratore).
  2. Digitare il seguente comando e premere Invio:
    • DISM /Online /Cleanup-Image /StartComponentCleanup
  3. Una volta completata l’operazione, fornire il seguente comando (e premere Invio).
    • DISM /Online /Cleanup-Image /AnalyzeComponentStore
  4. Infine riparare l’immagine di Windows specificando il “C: . install.wim” come origine dei file buoni noti, dando questo comando:
    • DISM /Online /Cleanup-Image /RestoreHealth /Source:WIM:c:’install.wim:1 /LimitAccess
  5. Una volta completato il processo “RestoreHealth”, digitare il seguente comando (e premere Invio) per completare il processo di riparazione:
    • SFC /SCANNOW
    • Attendere la fine della procedura di scansione SFC e riparazione.

Fatto, ora l’edizione di Windows PC è stata riparata e tutto tornerà a funzionare correttamente.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.