Occhiali luci blu curare è bene prevenire è MEGLIO

Un titolo che tutto dice ma nulla spiega. Oggi vediamo e scopriamo meglio un fantastico prodotto: gli occhiali con lenti anti luci blu. Vedremo molto velocemente quali sono le occasioni in cui è bene averli, per quale motivo e soprattutto scopriamo insieme se funzionano.

Un titolo che tutto dice ma nulla spiega. Oggi vediamo e scopriamo meglio un fantastico prodotto: gli occhiali con lenti anti luci blu. Vedremo molto velocemente quali sono le occasioni in cui è bene averli, per quale motivo e soprattutto scopriamo insieme se funzionano.

Mai più un problema

Prima di iniziare mi presento: Sono Federico M. blogger e co-fondatore di F&ENI’s Blog, sono uno studente di ingegneria informatica e spesso mi ritrovo a interfacciarmi con realtà informatiche. Solitamente tratto di situazioni e curiosità cui sono stato protagonista, e quindi come si suol dire ci ho fatto esperienza. Detto questo non intendo prolungarmi oltre e inizierei a parlare di qualcosa più interessante della mia vita.

Cosa sono

All’apparenza sono classici occhiali da vista, da questo ne deriva dunque la possibilità di avere montature differenti. Una vasta gamma di scelta per quello che riguarda forma e colore. Detto questo però non hanno molto altro in comune, infatti sicuramente non risolveranno i problemi di astigmatismo o miopia, al contrario lasceranno inalterati i nostri canoni visivi. E allora qual è la loro utilità? Questi occhiali filtri nelle lenti, l’utilità è dunque di bloccare, o meglio schermare, le luci blu.

Luci blu

E’ bene spendere due parole su cosa sono le luci blu e quali sono i danni che provocano. Non sprecherò troppo tempo per trattare la luce in ambito fisico, e quindi definire lo spettro della luce visibile e così via.. Però è utile sapere che la luce è un onda elettromagnetica e, in particolare le luci blu, sono caratterizzare da una piccola lunghezza d’onda e alta frequenza. Questo causa un’affaticamento continuo e molto elevato della vista. Come potrete immaginare dunque un continuo affaticamento porta ad un invecchiamento precoce dei tessuti dell’occhio e una frequente conseguenza è proprio la perdita di gradi. Analizziamo velocemente quali sono le fonti principali:

  1. Xeno;
  2. Lampadine a basso consumo;
  3. Dagli schermi di:
    • PC,
    • Tablet,
    • Smartphone;
    • TV.

Conclusioni

Visto il funzionamento e le caratteristiche, trattata la luce blu ci avviciniamo alle conclusioni.

Vediamo dunque chi è bene che li utilizzi. E’ vero che siamo nell’era della digitalizzazione di massa, ma è anche vero che non sempre e soprattutto non tutti stanno al pc molte ore al giorno. Quello che intendo dire è che c’è chi è più esposto e chi meno; per esempio un tecnico informatico o chi lavora a stretto contatto con la tecnologia, chi ha a che fare con database o comunque è costretto per un motivo o per un altro avrà un esposizione sicuramente maggiore. Questo cosa comporta? Premetto di non essere un medico e di non poter dare dati certi ma sopra le 4 ore di schermo continuo l’affaticamento visivo è intenso e i rischi per la salute aumentano. L’utilizzo degli occhiali in questione sicuramente non risolverà in problema del tutto e quindi sarà la scusa per farvi lavorare senza pausa, ma senza dubbio vi aiuterà a non rovinarvi la vista, uno dei sensi più preziosi!

Inoltre vi ricordo che, benché importante, l’esposizione durante le ore lavorative è solo una fetta di quella di tutta la giornata: come spiegato prima anche cellulari tv e alcuni tipi di lampadine collaborano a superare i livelli di sopportazione.


Per oggi terminiamo qui. Spero di non essere risultato pesante e anzi di avervi insegnato qualcosa di nuovo. Ci vediamo con il prossimo post ricco di soprese, fatemi sapere se vi interessa approfondire il discorso delle luci blu poiché i modi per diminuire l’esposizione sono diversi, e tutti utili da sapere!

Federico M., F&ENI

Total
0
Shares
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Previous Post

Webcam a €12,90? – Elephone EcamX

Next Post
caricatore-aukey-PA-B4

Aukey PA-B3: l’alimentatore super compatto per il vostro PC

Related Posts