Windows 10 – Come migliorarlo in 5 minuti

Windows 10 – Come migliorarlo in 5 minuti
Windows 10 - Trucchi per migliorarlo

Se siete venuti da questo video sul canale, perfetto! Sapete già a cosa andremo incontro.

Per chiunque altro, questi saranno tweak post installazione utili a migliorare le prestazioni od a customizzare la vostra esperienza su Windows 10.

Questa guida rimane comunque valida anche se non ci si trova su un’installazione pulita o appena eseguita.

L’applicativo da scaricare ai fini di seguire questa guida nella sua interezza sarà solo uno, e comprende una serie di tool comodissimi per qualsiasi scopo. Potete cliccare qui per scaricarlo.

Fatta questa premessa, direi di passare ai tweak veri e propri.

Modifiche al Windows Explorer.

Per questa parte non avrete bisogno di alcun applicativo di terze parti, basterà modificare alcune opzioni del file explorer di Windows.

Innanzitutto facciamo in modo da visualizzare le estensioni e le caselle di controllo: apriamo un’istanza di Windows Explorer e rechiamoci in alto a sinistra sulla voce “Visualizza”. Spuntiamo poi “Estensioni nomi file” e “Caselle di controllo elementi”. Con queste due spunte attive possiamo cambiare estensioni a nostra scelta ai file che ne hanno bisogno, o eseguire selezioni multiple utilizzando solo il mouse.

Spuntare “Caselle di controllo elementi” ed “Estensioni nomi file” in “Visualizza”

Altra modifica utile è il poter aprire Explorer direttamente nella pagina “Questo PC” anziché nell’Accesso Rapido. A questo scopo apriamo di nuovo Windows Explorer, rechiamoci sulla voce “File” in alto a sinistra, “Modifica opzioni cartelle e ricerca”, ed infine con il menu a tendina impostiamo “Apri Esplora File per” su “Questo PC”. La prossima volta che aprirete Esplora Risorse, sarete fiondati direttamente in “Questo PC”.

Spesso può far comodo avere un’anteprima dei file con la loro relativa descrizione insieme ad alcune loro specifiche, ad esempio in situazioni come lo sfogliare una cartella di foto. Per fare ciò, apriamo Windows Explorer, rechiamoci in “Visualizza” in alto a sinistra e selezioniamo “Riquadro dettagli”. Avremo un pannello sulla destra che ci fornirà informazioni sul tipo di file o cartella selezionato.

Selezionare “Visualizza”, dopodiché “Riquadro dettagli”

Tweak con l’ausilio di WinAero Tweaker

Scarichiamo l’applicativo dal link poco sopra ed installiamolo. Una volta fatto ciò possiamo aprirlo.

A questo punto ci troveremo in un’interfaccia molto semplice: una lista di tweak categorizzati sulla sinistra, il pannello per usarlo sulla destra, e sotto la barra dei menu alcune scorciatoie utilli oltre che una funzione di ricerca.

Interfaccia di WinAero Tweaker

Allo scopo di non rendere questo articolo eccessivamente lungo e/o non utile a tutti, mi focalizzerò su alcuni tweak meno estetici e più comodi dal punto di vista pratico. All’interno del programma è comunque presente una lista molto ben fornita di funzionalità che variano dal poter installare le versioni legacy delle app di Windows come il visualizzatore di foto o i gadget di Windows 7, al cambiare le informazioni del produttore del PC, alla modifica di alcuni aspetti grafici di Windows. Queste ultime non sono modifiche particolarmente sostanziali ma possono sicuramente cambiare l’esperienza di utilizzo.

Iniziamo con il disabilitare le pubblicità e le installazioni automatiche di app che non vogliamo. Rechiamoci nella sezione “Behavior”, e selezioniamo “Ads and Unwanted Apps”. In questa sezione spuntate tutto. Non verranno più visualizzati consigli e pubblicità, oltre che scaricate applicazioni in automatico come Candy Crush.

Il prossimo tweak che analizzeremo è quello immediatamente successivo nella stessa sezione, e chiamato “Automatic Registry Backup”. Permette in breve di riabilitare la funzione di backup automatico del registro di sistema disabilitata a partire da Windows 10 build 1803.

Altra opzione molto comoda nella sezione “Behavior” è sicuramente il poter disabilitare gli aggiornamenti dei driver da Windows Update. I driver andranno poi aggiornati manualmente. Spesso se avete setup particolari Windows Update può rompere degli equilibri delicati. Rechiamoci dunque nel tweak “Disable Driver Updates” e spuntiamo l’unica opzione disponibile.

Se non usate la timeline con la vostra cronologia del browser e dei file aperti accessibile attraverso il tasto apposito sulla taskbar o tramite il tasto Windows e Tab, “Disable Timeline” la rimuoverà, lasciando solo le attività visualizzate.

Muovendoci verso l’ultimo tweak che analizzeremo oggi, spostiamoci nella categoria “Privacy”, nel menu “Disable Telemetry”. A questo punto spuntiamo l’unica opzione disponibile per poter disabilitare tutti i processi di raccolta dati che Windows effettua periodicamente e invia a Microsoft. Ci permette di avere prestazioni marginalmente migliori (si nota di più su Hardware meno performante), ma è un grandissimo vantaggio sul piano della privacy.

Fatto tutto questo, per rendere effettive le modifiche, riavviamo il sistema, ed avremo finito.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.