AVAST ci ha salvato ancora!

AVAST ci ha salvato ancora!

Avast Antivirus è un software antivirus sviluppato dalla AVAST Software di Praga e in collaborazione con la Gendarmerie francese hanno cloroformizzato una grande botnet che aveva come scopo il mining.

Cosa è un botnet?

Il botnet è una rete controllata finalizzata colpire altri computer (connessi anch’essi) e a infettarli con dei malware, ovvero “virus” con uno scopo preciso, detti bot. I dispositivi connessi ad Internet al cui interno sussistono vulnerabilità nella loro infrastruttura di sicurezza informatica possono talvolta diventare parte della botnet (la rete dei PC infetti), e, se l’agente infettante è un trojan, il botmaster (bot di partenza) può controllare il sistema tramite accesso remoto. I computer così infettati, possono scagliare attacchi, denominati, “Distributed Denial of Service” contro altri sistemi e/o compiere altre operazioni illecite, in alcuni casi persino su commissione di organizzazioni criminali.

Botnet con finalità di minare

I computer infetti minavano silenziosamente producendo criptovalute, sfruttando la potenza di calcolo dei computer infettati. I danni non si possono ancora calcolare precisamente, ma le autorità francesi stimanano ben oltre al milione di euro.

Come Avast ci ha salvato

Nel sistema di Avast c’era una falla, vulnerabile, ma che ha permesso di creare un virus replicante che ha reso fragile il bot, procedendo poi alla disinfestazione completa.

Avast ha concluso l’operazione dando l’ironico consiglio di testare i propri malware utilizzando ‘robusti’ anti-virus… se avessero seguito questo consiglio, probabilmente sarebbero riusciti nell’ardua impresa; invece è stata proprio Avast a portare la Gendarmerie francese sulla retta via, salvando così le importanti risorse di quasi un milione di utenti in tutto il mondo.

Grazie Avast.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.