Lo sblocco facciale sul nostro smartphone è davvero sicuro?

Dutch Consumentenbond (l’associazione olandese dei consumatori) ha messo in discussione l’affidabilità del Face Unlock, cioè il sistema di sblocco tramite volto presente in molti Smartphone attuali. “Quasi il 50% dei modelli ha fallito la prova”

Hello, it’s me

Un sistema di riconoscimento facciale è una tecnologia in grado di identificare o verificare una persona grazie ad un’immagine o un video digitale. Viene tipicamente utilizzato come controllo dell’accesso nei sistemi di sicurezza e può essere paragonato ad altri controlli biometrici come i sistemi di riconoscimento di impronte digitali o vocali.

Il riconoscimento facciale, e’ attualmente il metodo più in voga tra quelli usati per sbloccare i nostri device. Sebbene l’accuratezza del sistema di riconoscimento facciale sia inferiore al riconoscimento dell’iride e al riconoscimento delle impronte digitali, è ampiamente adottato poiché può essere utilizzato anche in assenza di contatto ed è più preciso di quello vocale (vedi Google voice match). Si va ad affiancare ai metodi più classici come lo sblocco con impronta, PIN, password o sequenza.

Parlando in particolar del mondo mobile, dove il face unlock si è manifestato solo di recente, molti utenti non sono ancora passati a questo metodo di riconoscimento e sblocco. Forse perché non si fidano o perché non lo ritengono per ora un metodo poi così vantaggioso.

Il riconoscimento facciale è il miglior metodo di sblocco?

Se la velocità è paragonabile a quella dello sblocco tramite il sensore di impronte, lo stesso non si può sempre dire riguardo all’affidabilità. Molto infatti dipende da come è stata implementata tale tecnologia in ogni smartphone.

Grazie a Dutch Consumentenbond (associazione olandese dei consumatori), tutti possono ora farsi un’idea più chiara sulla reale affidabilità dello sblocco a riconoscimento facciale. Infatti questa associazione ha messo alla prova il face unlock su ben 105 modelli di smartphone attualmente in circolazione.

Tanti gli smartphone testati

Presenti all’appello vari rappresentanti di bassa, media e alta gamma con sensori più o meno evoluti. Partendo dallo Xiaomi Mi A2 che scansiona il volto attraverso la sola fotocamera anteriore, fino ai top di gamma come iPhone XS, sul quale è utilizzato un sensore di scansione 3D dot coadiuvato da sensori fotografici infrarossi ( sistema detto Face ID), passando per molti smartphone prodotti da Samsung, Sony, ASUS, Lenovo, OnePlus, LG, Nokia e molti altri.

La prova: Face Unlock aggirato con una foto

La Dutch Consumentenbond, ha stampato una fotografia in alta risoluzione del volto associato allo sblocco facciale di ogni device, ed ha poi messo alla prova ogni singolo dispositivo. Il risultato? Ben 48 smartphone su 105 hanno fallito il test, sbloccandosi e permettendo l’accesso al sistema alla vista della foto stampata.

Tra gli smartphone che sono stati sbloccati da una semplice fotografia troviamo:

  1. Alcatel 1X
  2. Asus Zenfone 5 Lite 64 GB
  3. Asus Zenfone 5, ZE620KL (64 GB)
  4. BlackBerry Key2
  5. BlackBerry Key2 (US version)
  6. BQ Aquaris X2
  7. BQ Aquaris X2 Pro
  8. General Mobile GM8
  9. HTC U11+
  10. Huawei P20 (EML – L29)
  11. Huawei P20 Lite
  12. Huawei P20 Pro (CLT – L29)
  13. Lenovo Motorola Moto E5
  14. Lenovo Motorola Moto E5 (BR version)
  15. Lenovo Motorola Moto E5 Plus (BR version)
  16. Lenovo Motorola Moto G6 Play
  17. LG K9 (LM-X210EMW)
  18. LG Q6 Alpha (LG-M700n)
  19. Motorola Moto G6 Play (BR version)
  20. Motorola One
  21. Nokia 3.1
  22. Nokia 3.1 (US version)
  23. Nokia 7.1
  24. Oukitel VU
  25. Samsung Galaxy A7 (2018)
  26. Samsung Galaxy A8 (32GB) (SM-A530F/DS
  27. Samsung Galaxy A8 (64 GB)
  28. Samsung Galaxy A8+ (SM-A730F)
  29. Samsung Galaxy J8 Brasil
  30. Sony Xperia L2 (H3311)
  31. Sony Xperia L2 (H3321)
  32. Sony Xperia XZ2 (H8216)
  33. Sony Xperia XZ2 (US version)
  34. Sony Xperia XZ2 Compact (H8314)
  35. Sony Xperia XZ2 Compact (US version)
  36. Sony Xperia XZ2 Compact Dual SIM (H8324)
  37. Sony Xperia XZ2 Dual SIM (H8266)
  38. Sony Xperia XZ2 Premium (US version)
  39. Sony Xperia XZ3
  40. Vodafone Smart N9
  41. Xiaomi Mi A2
  42. Xiaomi Mi A2 (3GB RAM)
  43. Honor 7A
  44. LG G7 thinQ
  45. LG G7 thinQ (US version)
  46. LG G7 thinQ Dual SIM
  47. LG V35 ThinQ (US version)
  48. LG V40 ThinQ

Come vediamo in questa lista sono presenti tutti modelli sotto i 300€ (basso/medio gamma) quindi non consigliamo l’uso del face-unlock ,eseguito in questi dispositivi solamente da un software coadiuvato dalla sola fotocamera anteriore, soprattutto a chi vuole o deve mantenere assolutamente al sicuro i dati memorizzati nello smartphone. Non che sia così semplice stampare una foto nella prospettiva giusta e in così alta qualità da poter ingannare con facilità questi software (alcuni sono più ben fatti di altri). La maggior parte delle persone sul pianeta non ha nemici così accaniti e minuziosi oltre a non avere sul telefono dei dati poi così critici (ciò che si tiene solo a mente non può essere rubato).

Invece ora vediamo i medio/top gamma che NON sono stati ingannati con delle fotografie

  1. Alcatel 3V (5099D)
  2. Alcatel 5
  3. Apple iPhone XR (128 GB)
  4. Apple iPhone XR (256 GB)
  5. Apple iPhone XR (64 GB)
  6. Apple iPhone XS (256GB)
  7. Apple iPhone XS (512GB)
  8. Apple iPhone XS (64GB)
  9. Apple iPhone XS Max (256GB)
  10. Apple iPhone XS Max (512GB)
  11. Apple iPhone XS Max (64GB)
  12. Asus Zenfone Max Plus (ZB570TL)
  13. Honor 10
  14. Honor 7C
  15. Honor 8X
  16. Honor View 10
  17. HTC U12 + (EU version)
  18. HTC U12 + (US version) Huawei P Smart +
  19. Huawei Y6 (2018) (ATU-L21)
  20. Huawei Y7 (2018)
  21. Huawei Mate 20
  22. Huawei Mate 20 Lite
  23. Huawei Mate 20 Pro
  24. Lenovo Motorola Moto G6 (32GB)
  25. Lenovo Motorola Moto G6 (64GB)
  26. Lenovo Motorola Moto G6 (US version)
  27. Lenovo Motorola Moto G6 Plus
  28. Lenovo Motorola Moto Z3 .US version
  29. Lenovo Motorola Moto Z3 Play
  30. Lenovo Motorola Moto Z3 Play .US version
  31. Motorola Moto G6 (BR version)
  32. Motorola Moto G6 Plus (BR version)
  33. One Plus 5T
  34. OnePlus 6 (128GB)
  35. OnePlus 6 (256GB)
  36. OnePlus 6 (64GB)
  37. OnePlus 6 (US version) (64 GB)
  38. Oppo Find X
  39. Samsung Galaxy A6 (32GB)
  40. Samsung Galaxy A6 + (32GB)
  41. Samsung Galaxy A6 + (64 GB)
  42. Samsung Galaxy A9 (2018)
  43. Samsung Galaxy J6 (2018)
  44. Samsung Galaxy Note 9 (128 GB) (EU version)
  45. Samsung Galaxy Note 9 (128 GB) Dual SIM (BR version)
  46. Samsung Galaxy Note 9 (128 GB) Single SIM (EU version)
  47. Samsung Galaxy Note 9 SM-N960U1 (US version)
  48. Samsung Galaxy S9 (SM-G960F / DS)
  49. Samsung Galaxy S9 SM-G960U1 (US model)
  50. Samsung Galaxy S9 256GB
  51. Samsung Galaxy S9 dual (128GB)
  52. Samsung Galaxy S9 + (SM-G965F / DS)
  53. Samsung Galaxy S9 + 256GB
  54. Samsung Galaxy S9 + dual (128GB)
  55. Samsung Galaxy S9 + Single SIM
  56. Samsung Galaxy S9 + SM-G965U1 (US model)
  57. WIKO View 2

Face Unlock Si o No? Dipende…

Se si hanno questi ultimi modelli ci si può ritenere più al sicuro. Fermo restando che questa tecnologia deve ancora essere perfezionata. Inoltre il numero di device testati, rappresenta solo una parte degli smartphone in commercio. Nel test inoltre andrebbero inserite anche foto di volti simili a quello originale, in modo da rendersi conto di qual è la sensibilità di questi algoritmi rispetto ai cambiamenti o discrepanze più o meno evidenti. Io personalmente che possiedo un Redmi Note 5, mi trovo meglio a sfruttare il sensore d’impronte, che è comunque fulmineo e riconosce la mia impronta 9/10 volte (leggi la nostra recensione)

Parlando invece dei top gamma, dove sono stati implementati vari gli accorgimenti per aumentare l’affidabilità di questo specifico sensore di sblocco…perché non usarlo? Sempre considerando di caso in caso se vale la pena sacrificare un po’ di sicurezza per un po’ di comodità (e di effetti speciali) in più.

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: |YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | Twitter | Twitch | Mixer | Mobcrush | Discord |

Inoltre se utilizzi un AD-BLOCK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.