Tutta la verità (o quasi) sui nuovi iPhone 8

I nuovi device ( iPhone ma non solo) della società di Cupertino saranno presentati martedì 12 settembre presso lo Steve Jobs Theater, all’interno del nuovo Apple Park. Facciamo il punto della situazione andando a pescare la verità in un mare di leak

I 3 di Apple

I nuovi modelli “normali” si dovrebbero chiamare iPhone 8 (7s) e 8 Plus (7s plus). Storia diversa per il modello premium e più atteso , che rappresenta l’iPhone del decennale, del quale ancora non si sa il nome definitivo: si parla di iPhone Pro o iPhone X o ancora iPhone Edition.

iPhone X / Edition / Pro

Questo iPhone 8 rappresenterà una rottura con lo stile precedente che ormai perdurava da ben 3 versioni di iPhone, a partire da uno schermo praticamente borderless.

Grazie alle cornici ridotte praticamente a zero si avrà un display da 5.8” in una scocca poco più grande di quella di iPhone 7.

Per tutte e tre i modelli la parte posteriore dovrebbe essere realizzata in vetro, per permettere la ricarica wireless, mentre il frame laterale sarà in acciaio inox.

Per quanto riguarda le colorazioni, dovrebbero essere tre: bianco, nero e “copper gold”. La parte frontale di tutte e tre le colorazioni sarebbe nera, per un impatto visivo migliore rispetto ad un ipotetico bianco.

Il display di questa edizione speciale sarà basato su tecnologia OLED, che permette di ottenere:

  • colori più saturi
  • maggior contrasto
  • minor consumo con schermate scure (nero = pixel spenti)

In ogni caso lo schermo non sarà più con aspect ratio 16:9 ma vicino al 18,5:9 utilizzato da Samsung sul suo S8.

Con iPhone 8 assisteremo ad un importante incremento dei prezzi a causa di quelli imposti da Samsung per gli schermi OLED. La parte frontale sarà infatti formata da un pannello OLED flex, un modulo 3D Touch, un pannello touch OLED e un modulo per lo stesso pannello. Tutti i componenti a eccezione del 3D Touch saranno forniti da Samsung. Dato che l’azienda sudcoreana è l’unica a poter garantire ad Apple quantitativi sufficienti e qualità, i prezzi sono rimasti molto alti. Per ogni unità OLED si parla di un prezzo tra i 120 e i 130 dollari, quando negli anni passati Apple spendeva tra i 45 e i 55 dollari per ogni pannello LCD.

Entro il 2018, Apple dovrebbe trovare un secondo fornitore per gli schermi OLED in grado di offrire prezzi più vantaggiosi. Speriamo che questo si ripercuota positivamente sul prezzo al pubblico almeno in un secondo momento.

Inoltre, per competere con il nuovo Galaxy note, il display del nuovo iPhone sarà compatibile con Apple Pencil.

Sensori

Abbiamo parlato delle cornici ridotte a zero, nonostante questo una parte del frontale verrà utilizzata per posizionare vari sensori:

  • Fotocamera anteriore, max 4k a 60 FPS
  • Sensore di prossimità
  • Altoparlante, anche per audio stereo
  • sensore di riconoscimento facciale, con tecnologia di mappatura 3D

Nella parte inferiore dello schermo sarà presente una cosiddetta area funzionale che andrà a rimpiazzare il tasto home.

Per eseguire le azioni prima svolte dal tasto home ora basterà eseguire delle gestures in questa zona. Sulla stessa area dovrebbe anche funzionare il tap to wake, feature molto amata dagli utenti del robottino verde, i quali possono beneficiarne già da qualche anno.

Una feature molto discussa è il lettore di impronte digitali. Fino ad una settimana fa tutti erano concordi su tre possibilità:

  • in un cerchio posto nel posteriore, come su G6 e LG V30
  • sensore posto nella mela sempre sul posteriore
  • non presente, ergo solo FaceID e codice

Invece pochi giorni fa la situazione si è ribaltata poiché è stato scoperto un brevetto molto recente di Apple riguardante un sensore di impronte digitali ad ultrasuoni.

Basandosi sull’unicità del riflesso sonoro delle impronte e non su una scansione ottica, sarebbe tranquillamente implementabile sotto il display nella parte precedentemente adibita al tasto home, come si vociferava ad inizio anno. Nonostante questa opzione sia a mio avviso la migliore, le probabilità che ciò si verifichi in questa iterazione di iPhone sono abbastanza basse. Apple vorrà davvero giocarsi tante novità tutte insieme?

Update touchID:

KGI ritiene che verrà completamente eliminato dall’iPhone 8, poiché Apple non sembra essere riuscita ad implementarlo sotto il display. Su iPhone 8 vedremo dunque presente “solo” il sensore per il riconoscimento del volto; il touchID forse tornerà presente nel 2018 nella nuova forma sopra descritta.

Connettività

Per quanto riguarda la connettività abbiamo certamente le seguenti:

  • Porta Lightning
  • Wi-Fi 802.11ac/a/b/g/n
  • Bluetooth 5.0
  • Modem rete cellulare di Intel 5G Gigabit LTE

Nessun jack da 3,5mm, ce ne faremo una ragione. La porta Lightning dovrebbe introdurre una compatibilità con l’USB type C. Il Bluetooth 5.0 invece poterà, oltre ad una velocità di trasferimento ed un raggio d’azione maggiore, il supporto migliorato alle connessioni multiple da e verso altri dispositivi.

Fotocamera

Per quanto riguarda la fotocamera posteriore vedremo un modulo con doppio sensore

  • Fotocamera primaria (con funzione grandangolo) da 12 mpx e f/1.6
  • Fotocamera secondaria (con funzione da teleobbiettivo, per lo zoom ottico 2x) sempre da 12mpx e f/2.6.

Oltre alle funzioni già presenti su 7 Plus, ossia zoom ottico 2x e Portait Mode, saranno presenti anche delle funzioni legate alla realtà aumentata, così da sfruttare appieno ARKit (legato alla realizzazione di app per la realtà aumentata) e particolari capacità di mappatura 3D. Anche per questo la dual camera posteriore sarà sviluppata in verticale. Niente aumento delle dimensioni dei sensori e nessun aumento dei megapixel: sembra che questo upgrade sarà appannaggio del melafonino solo a partire dal prossimo anno, grazie al nuovo produttore che ha garantito di poter fornire ad Apple sensori e lenti più prestanti in volumi sufficienti.

Tutto il resto sotto la scocca

Su tutti i nuovi iPhone di quest’anno vedremo un chip A11 quad-core che si ispira molto al big.LITTLE: Il processo produttivo adottato è FinFet a 10nm con tecnologia Fusion. Due core avranno un clock più basso, come una modalità ECO, per gestire le operazioni più comuni con un minore consumo, mentre le due rimanenti avranno un clock maggiore per prestazioni più alte a discapito dell’autonomia.

Per quanto riguarda la RAM si parla di un modulo da 3GB su iPhone 8, mentre di 4GB su 8 Plus e X (sebbene alcuni parlino di 6GB su quest’ultimo). Su tutti e tre modelli le RAM saranno LPDDR4.

Per quanto riguarda lo storage, si parla di tre tagli di capacita: 64 GB, 256 GB e 512 GB.

Autonomia e Batteria

Il modulo batteria dovrebbe presentarsi a forma di “L”.

Questo grazie ad una scheda madre più corta, che permetterà di aumentare la capacità della batteria di iPhone8 rispetto a quella del 7 che vi ricordo monta una batteria Li-Po da 2900mAh. Come detto all’inizio, su tutti e 3 i nuovi modelli, la scocca posteriore in vetro permetterà la ricarica wireless a induzione.

Prezzo Day-One

Quasi tutti concordano sul fatto che mentre i nuovi modelli “standard” avranno prezzi poco più elevati rispetto a quelli delle versioni precedenti il prezzo di partenza per la versione premium in USA sarà di 999$. Purtroppo nel bel paese il prezzo di questo all’uscita sarà di circa 1199€, grazie alle spese di importazione e alla fantastica IVA al 22%.

Scorte limitate permettendo, il giorno prestabilito per i pre-order online dovrebbe essere il 15 settembre 2017, mentre il day-one, giorno in cui sarà acquistabile in store e verrà consegnato ai coloro che avranno effettuato il pre-order, sarà il 22.

Apple Watch Series 3

Probabilmente il 12 settembre verrà presentato anche il nuovo Apple Watch Series 3, che dovrebbe essere dotato di chip LTE opzionale. Si presume perciò che funzionerà grazie ad una eSIM.

Potremmo vedere anche una AppleTV di 5ª generazione, destinata a risollevare questo prodotto un po’ snobbato grazie al supporto al 4K e anche all’HDR.

Nello stesso evento saranno anche ufficializzati i seguenti Sistemi Operativi: iOS 11, tvOS 11, watchOS 4 e macOS HighSierra 10.13

AcidRain dei MindlessNerds si augura che l’articolo sia stato di vostro gradimento e vi invita ad iscrivervi e a seguirci su: YouTube | Facebook | Google+ | LinkedIn | Telegram | Instagram | Instagram2 | Twitter

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | LinkedIn | Canale Telegram | Twitter

Inoltre se utilizzi un AD-BLOK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

Acquisti Online? Approfitta subito delle offerte Amazon di oggi, aggiornate 24H su 24 dal nostro staff



Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.