Xiaomi di nuovo tra le 50 aziende più innovative al mondo

Xiaomi di nuovo tra le 50 aziende più innovative al mondo

Questa volta Xiaomi si posiziona 24esima tra le 50 aziende più innovative del 2020 a livello globale, secondo il rapporto di Boston Consulting Group (BCG).

“Questo risultato va di pari passo con la nostra mission, ovvero permettere a tutti nel mondo di vivere una vita migliore attraverso una tecnologia innovativa, caratteristica che è stata ampiamente riconosciuta dai nostri Mi Fan e dagli utenti degli oltre 90 mercati in cui siamo presenti. In Xiaomi, abbracciamo una cultura di innovazione audace per spingere oltre i confini di ciò che la tecnologia può offrire. Uno spirito di innovazione permea la nostra azienda e guida la nostra ricerca nel costruire senza sosta prodotti straordinari, abbattendo al contempo la barriera delle tecnologie innovative”

ha dichiarato Shou Zi Chew, President of International di Xiaomi.

Xiaomi ha deciso di investire circa 7 miliardi di dollari nello sviluppo di “5G+AIoT” in modo tale da trovarsi tra i primi del settore per le successive generazioni di “Super Internet”, e per garantire all’azienda di vincere in questa nuova smart era.

Xiaomi aumenta costantemente gli investimenti in ricerca e sviluppo (R&S). Nel 2019, gli investimenti in R&S della società hanno raggiunto i 7,5 miliardi di RMB, con un aumento del 29,7% rispetto all’anno precedente, grazie alla sostanziale espansione della R&S nei tre anni precedenti. Nel 2020 l’investimento dovrebbe raggiungere i 10 miliardi di RMB. Al 31 marzo 2020, il personale di R&S, per un totale di 8.984 persone, rappresentava il 48,6% di tutti i dipendenti full-time.

Il portfolio brevetti di Xiaomi interessa diversi ambiti, dagli smartphone, all’hardware intelligente, alle tecnologie Internet, alla produzione e alla progettazione di prodotti. Al 31 dicembre 2019, la società deteneva oltre 14.000 brevetti concessi e oltre 16.000 domande brevettuali pendenti in tutto il mondo. Tra quelle concesse, oltre 6.500 brevetti sono stati registrati in vari paesi e giurisdizioni estere.

Questa è la terza volta che Xiaomi compare in questa classifica. L’azienda, infatti, si è posizionata al 35° posto tra le 50 aziende più innovative per due volte, nel 2014 e nel 2016.

Xiaomi è attualmente il quarto brand di smartphone al mondo e ha creato la più grande piattaforma IoT consumer del mondo, con oltre 252 milioni di dispositivi intelligenti (esclusi smartphone e laptop) connessi a essa. I prodotti Xiaomi sono presenti in oltre 90 mercati in tutto il mondo.

A luglio 2019, l’azienda si posiziona per la prima volta nella classifica Fortune Global 500, classificandosi al 468° posto e al 7° posto tra le aziende nella categoria Servizi Internet. Xiaomi è la più giovane azienda Global 500 del 2019. A maggio 2020, l’azienda rientra nella classifica Forbes Global 2000 posizionandosi al 384° posto.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.