Asus Zenfone Selfie – Original ROM VS CyanogenMod 14.1

Un test un po’ particolare sul nostro Zenfone Selfie… Sarà meglio il sistema originale o la custom ROM?

Dotazione, HW e materiali:

I primi tre elementi del confronto non cambiano tra una versione SW e l’altra, la confezione è abbastanza scarna, mancano le cuffie, tuttavia sono presenti il cavo micro USB – USB e il caricabatterie da 2A (carica completa in circa 2-3h).

Hardware da medio-alto di gamma dello scorso anno, dunque da middle range odierno, troviamo, infatti, lo Snapdragon 615 octa-core a 64bit, 3GB di RAM e 32GB di memoria interna; il display è da 5.5″ Full-HD con cornici abbastanza grandi.

Materiali abbastanza cheap, plastiche economiche sia per la cornice esterna che per la cover posteriore, la quale, con il tempo, si scolorisce leggermente andando a perdere le scritte “Asus” e “Zenfone”.

Batteria, Audio e Ricezione:

Durata della batteria che è la prima “differenza” tra i due sistemi operativi, infatti con la CM14.1, pur non riuscendo a fare miracoli, risulta essere leggermente maggiore della stock ROM. La cosa è quanto meno particolare, poiché normalmente le ROM del team di Kondik soffrono molto la batteria.

Audio che è già di per sé buono, tuttavia l’altoparlante non è abbastanza potente da consentirci di effettuare chiamate in vivavoce in auto, nella stock ROM, tuttavia, con la Cyanogen, è stata leggermente aumentata la potenza dell’altoparlante (che infatti gracchia leggermente) ma che ci permette di avere quel piccolo boost in più per chiamare in serenità col vivavoce anche in situazioni molto rumorose.

Ricezione che, in entrambi i casi, è estremamente buona, seconda solamente agli imprendibili Motorola.

Foto e Video:

Foto e video che, ovviamente, per motivi di ottimizzazione software e per gli algoritmi che Asus aggiunge alla propria camera, vengono decisamente meglio con la stock ROM e sia l’app fotocamera AOSP che l’app Google Camera della CM sono ampiamente inferiori, bisogna infatti restare molto fermi per fare foto quanto meno decenti… Insomma non un’app fotocamera per l’uso di tutti i giorni. Tuttavia, ringraziando tantissimo Asus, è possibile scaricare dal Play Store l’app Asus Camera che è la medesima presente nella stock ROM con le stesse ottime qualità SW. Un appunto anche alla splendida camera anteriore che è praticamente la stessa messa al posteriore, da 13MP e che è poi il motivo per cui questo smartphone si chiama Selfie. Dunque ottime foto (con entrambi i S.O.) ed ottimi video che possono essere girati con entrambe le cam fino a 1080p.

Performance generali:

Entrambi i S.O. girano bene, tuttavia con il sistema stock ogni tanto potrebbe verificarsi qualche rallentamento (come ogni Asus è presente l’app che consente di liberare memoria RAM), in qualche situazione potrebbe addirittura sembrare che 3GB siano pochi… La tastiera stock, poi, presenta notevoli rallentamenti e la scrittura non è assolutamente fluida (problema risolvibile installando la tastiera Google). Con la CM, invece, la situazione migliora moltissimo, sembra di avere tra le mani un top di gamma: mai un lag, il sistema è sempre fluidissimo e sia la tastiera AOSP che quella Google sono a dir poco fantastiche sulla mod. In ogni caso lo Snapdragon 615 ha molta riserva di potenza.

Considerazioni finali:

Ovviamente installando un S.O. “pulito” come la CyanogenMod, abbiamo degli incrementi prestazionali notevoli e la fluidità generale e l’assenza di lag (anche nel multitasking pesante) sono gli elementi che convincono ad installare tale ROM. La cosa che mi ha profondamente colpito, invece, è la durata della batteria che, invece di peggiorare, come accade solitamente, è migliorata leggermente. Il punto a favore della sistema originale sarebbe il comparto fotografico, tuttavia, grazie ad Asus, possiamo beneficiare, anche sulla CM, della splendida app Camera originale, visto che lo smartphone fa splendide foto.

N.B.: installare qualsiasi tipo di ROM non originale richiede, per questo dispositivo, lo sblocco del Bootloader, procedura consentita da Asus (che mette anche a disposizione lo sbloccatore) ma che comporta la perdita della garanzia, in quanto è un’operazione irreversibile!

Né io, né alcun membro dei MindlessNerds si prenderà responsabilità per vostri errori quali blocchi, soft bricks, hard bricks o impossibilità di utilizzare il device.

A breve rilasceremo una guida su come sbloccare il bootloader, installare una recovery modificata e, quindi, una ROM alternativa come la CM!

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: |YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | Twitter | Twitch | Mixer | Mobcrush | Discord |

Inoltre se utilizzi un AD-BLOCK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

Link Acquisto

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.