Aukey Elite Knight Wireless Gaming Mouse – Recensione completa

Aukey Elite Knight Wireless Gaming Mouse – Recensione completa
Aukey Elite Knight Wireless Gaming Mouse - Recensione ITA

Video Review

Unboxing

Iniziamo come sempre con l’unboxing del prodotto: la scatola è finalmente qualcosa di più pregiato del solito cartone riciclato che ci aspettiamo da Aukey ed infatti questa volta ci troviamo di fronte ad una scatola nera con il logo Aukey impresso glossy. Sul lato sinistro troveremo l’etichetta con il barcode mentre sul lato posteriore abbiamo le specifiche principali del prodotto. Aprendo la scatola troveremo il solito manuale utente, la solita garanzia, un cavo da Type-C a Type-A per la ricarica e l’utilizzo cablato, ed il mouse con il suo ricevitore wireless in una bustina protettiva. Devo dire che la trovata di posizionare il ricevitore USB nella parte inferiore del mouse nel suo alloggio è comoda e sicura, in quanto è tenuto in posizione da un leggero magnete che fa egregiamente il suo lavoro.

Mouse

Si tratta di una scocca in plastica ABS molto rigida ma con un feel abbastanza soft, il che la rende comoda alla presa e fornisce anche abbastanza grip. Il peso di 108g non sembra essere d’intralcio nell’uso quotidiano e ci si abitua quasi immediatamente venendo da mouse più leggeri. I tasti sono soddisfacenti e la rotella ha degli step molto marcati anche uditivamente, ma non tanto da disturbare chi lo usa e chi gli sta intorno. Appena dietro la rotellina troveremo due tasti: uno per aumentare ed uno per diminuire i DPI. I DPI variano nel range di 400 e 16000, possono anche essere regolati insieme ad altre impostazioni dall’apposito applicativo Aukey, di cui parleremo nel dettaglio più tardi. Il sensore che troviamo sotto è infatti un PMW3335 ottico, che supporta tra le altre cose il polling rate variabile da 125 a 1000Hz. Nella parte sinistra del mouse troviamo poi tre tasti funzione a completare la suite di funzionalità: di default sono settati come Avanti, Triplo tocco del tasto sinistro e Indietro. Nella parte anteriore è presente una porta Type-C per la ricarica e utilizzo con cavo.

Cavo

Il cavo è di ottima fattura, e va da Type-C a Type-A. Per tutta la lunghezza di 1,8m ha una finitura braded in nylon, e dà l’impressione di non subire facilmente fenomeni di usura. Può ovviamente essere utilizzato anche per qualsiasi altro dispositivo Type-C che avete in casa.

Funzionamento con il Ricevitore

Ma come possiamo connettere il mouse in maniera assolutamente wireless, senza l’utilizzo del cavo braded? Basterà semplicemente togliere il ricevitore dalla parte bassa del mouse e posizionarlo in una porta USB del PC in utilizzo (anche USB 2.0 va bene, in quanto viene utilizzata proprio quell’interfaccia). A quel punto accendete il mouse attraverso l’apposito switch nella parte inferiore ed esso si connetterà in maniera fulminea al PC.

Esperienza utente

L’esperienza utente sia in modalità wired che wireless è più che soddisfacente, ed è adatta ad un utilizzo gaming. Magari non è competitivo come un mouse wired più leggero, ma sarà in grado di portarvi a fine partita senza grossi problemi. Non ho notato un grandissimo input lag il che mi ha stupito e rassicurato visto che fascia di mercato viene targetizzata. Purtroppo a differenza del GM-F1 che abbiamo recensito lo scorso anno sul canale non ha effetti RGB, ma in mia opinione ci si può passare sopra.

App

L’app gioca una grande fetta dell’esperienza utente, ma è praticamente impossibile da trovare se non in fonti esterne. Lasceremo il link a Google Drive qua sotto per semplificarvi la vita. Comunque, una volta installata, è veramente completa: nella pagina “Main” potremo rimappare tutti i tasti presenti sul mouse, aggiustare il polling rate, e controllare la batteria. Nella pagina “Advanced” possiamo cambiare i DPI ed il colore a loro assegnato, cambiare l’effetto dei led sul mouse, la loro luminosità, la sensibilità del mouse, la velocità di scorrimento con la rotella e di doppio click per essere registrato come tale. Nella sezione “Macros”, come il nome suggerisce, possiamo registrare le macro che vogliamo attivare attraverso specifiche combinazioni di tasti.

Batteria

Lato autonomia sono rimasto shockato, le 50 ore per cui è stato valutato sono assolutamente raggiungibili anche grazie ad alcuni accorgimenti da parte di Aukey come la disattivazione dopo un periodo di inutilizzo.

Prezzo

Questo mouse wireless è disponibile su Amazon al prezzo di €44,99, con numerose offerte e coupon si trova generalmente sui €35-40. È acquistabile da qui.

Considerazioni finali

Il Mouse è in sé per sé ottimo, molto solido e responsivo. In generale mi è piaciuto e la sua autonomia ha veramente aiutato. Si configurerebbe come un best buy se non fosse che il suo fratello cablato costasse meno di €17. Se doveste essere interessati, potete trovarlo qua. A questo punto sta a voi la scelta se prendere la versione cablata o meno, ma vi avviso che i vantaggi di un mouse wireless sono stati molto più evidenti in un setup in mobilità piuttosto che in uno fisso in casa: proprio per questo sul mio Desktop sto ancora utilizzando il GM-F1 dello scorso anno, ed ho assegnato al mio portatile il GM-F5.

Conclusioni

Con questo credo di avervi detto tutto riguardo l’Aukey Dark Knight Wireless, se avete altri dubbi esprimeteli nei commenti e sul gruppo Telegram che trovate in descrizione, se il video vi è piaciuto lasciate un mi piace, iscrivetevi ed attivate le notifiche per non perdervi quelli a seguire. Noi ci rivediamo alla prossima.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.