Dissipazione da PC fisso su portatile: che temperature!

E’ da circa un anno che possiedo un vecchio notebook ,un Samsung R530 ,già utilizzato più volte anche nei miei articoli per eseguire vari test . Fra un esperimento e l’altro ,mi è passata l’idea di installare un dissipatore da PC fisso (Arctic Alpine 11 Plus) per zittire la rumorosa ventolina del sistema di dissipazione originale.

L’idea iniziale era di utilizzare una dissipazione completamente passiva attraverso 2 dissipatori posizionati rispettivamente su CPU e GPU.

Sarà stato possibile realizzare l’idea originale ?

La prima cosa che ho fatto è stata installare i dissipatori appoggiandoli rispettivamente su CPU e GPU, ma qui venne fuori il primo problema : il dissipatore della GPU andava a toccare dei contatti situati attorno ad essa ,il che non avrebbe sicuramente fatto bene al pc. Inoltre ,trovare delle viti dello spessore corretto (circa 1mm) è risultato quasi impossibile.

Dopo vari esperimenti ,la posizione migliore è risultata sopra il dissipatore originale , una vera e propria estensione di quest’ultimo. Ho quindi installato il tutto su un pezzo di compensato ed effettuato vari benchmark senza utilizzare alcun tipo di ventola ,per una dissipazione completamente passiva. La configurazione è la seguente :

Pentium T4500

4 GB RAM

GeForce 310M

120GB SSD

A seguire il bench :

Come si può notare ,nonostante le temperature della CPU (limitata al 50%) siano ottime , quelle della GPU non lo sono affatto.

Per questo ,ho pensato di collegare la ventola dell’Arctic Alpine 11 Plus ad una porta USB della scheda madre. Siccome la ventola richiede 12v , ma la porta USB ne può erogare solamente 5 , la ventola girerà a velocità dimezzata ,il che la renderà inudibile. Ecco quindi i benchmark effettuati con la ventola installata :

Le temperature sono decisamente migliorate : sono ottime sia dalla parte CPU che GPU. Inoltre ,la ventola non produce alcun tipo di rumore. A seguito di questi risultati ,ho quindi pensato di sbloccare il limite che avevo impostato prima dandole la possibilità di sfruttare al 100% la sua potenza . Ecco i risultati : 

Le temperature della GPU sono rimaste invariate , mentre quelle della CPU hanno raggiunto lo stesso livello della dissipazione senza ventola ma con CPU limitata al 50% .

CONCLUSIONI

Alla fine dei vari test ,ho ritenuto migliore la configurazione con ventola alimentata via USB e CPU non limitata. Le temperature si sono rivelate migliori di quelle stock e soprattutto senza il fastidioso rumore della ventola che girava continuamente ad alta velocità.

Vi lascio anche gli screenshot di HWMonitor al termine di ogni benchmark.

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: |YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | Twitter | Twitch | Mixer | Mobcrush | Discord |

Inoltre se utilizzi un AD-BLOCK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

 

 

 

 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.