[LE OPINIONI DEI LETTORI] – Android vs iOs

Salve a tutti,

Riportiamo di seguito l’esperienza d’uso di un nostro lettore nel passaggio da iOs ad android: come si sarà trovato?

(esperienza nell’articolo completo)

Acquistai il mio Iphone 4S 8 Giga il 7 Marzo 2014 venendo da un Nokia E5, quindi questo fu il mio passaggio ad uno smartphone vero e proprio. Conoscevo il mondo Apple e le dinamiche di iTunes da un iPod Touch posseduto precedentemente.

All’inizio mi trovavo molto bene, potevo fare numerose foto di alta qualità (ai tempi), navigare quanto e come volevo, ascoltare musica, messaggiare su Whatsapp a piacimento, vedere video su Youtube, ecc…

Nel corso del tempo però cominciarono a farsi vedere i primi problemi:

-la memoria 8 Giga non bastava, dovevo cancellare e reinstallare le applicazioni che sfruttavano molta memoria cache come Facebook (visto che non si poteva cancellare semplicemente la cache) e trasferire numerose volte i file dal telefono al PC per avere lo spazio necessario a scaricare altre applicazioni o scattare foto.

-riguardo al trasferire file al Pc, Itunes era comodo per la musica ma non per altri tipi di file come file di testo o semplicemente file di natura varia che scaricavo per poi tenere in app manager di file.

-non riuscivo a leggere file WEBM senza utiizzare l’app di VLC.

-utilizzando molto il Wifi e la connessione dati del cellulare la batteria (da 1430 mAh) non riusciva a reggere il carico della giornata, imponendomi di acquistare una power bank da 4400 mAh utilizzandola per prolungare la durata della batteria. Inoltre avevo notato che la batteria si stava esaurendo sempre prima, causa degrado dei polimeri di litio.

-guardando numerosi video su Youtube mi ero accorto come oramai in commercio ci fossero telefoni con schermi sempre più grandi e di come fosse più piacevole guardare video in tali schermi, rispetto ai 3,5 pollici del 4S.

-riguardo i selfie, la fotocamera frontale del 4S aveva solamente 0,3 MPX, rendendo così le  foto sgranate e pessime in condizioni di luce scarsa.

-non riuscivo a trovare molte app (esistenti su Android) nell’Appstore

-il pulsante Home se tenuto premuto attivava l’assistente vocale Siri, la quale io non ho mai utilizzato e spesso si attivava in momenti indesiderati

-la mancanza di un pulsante per tornare indietro nelle applicazioni.

Il mio desiderio di cambiare telefono cresceva sempre più, di pari passo con la crescente diffusione dei telefoni Android.

Cominciai a informarmi di telefoni che usavano il sistema operativo Android guardando le marche più conosciute come Samsung, LG, Asus, Huawei e così via. Mi sembrava un mondo completamente nuovo, pieno di possibilità di personalizzazione (senza parlare di modifiche al sistema, permessi di root e cose del genere). Tra memorie espandibili, batterie removibili, e app illimitate di qualunque tipo ce n’era per tutti i gusti.

In particolare guardando su Youtube fui colpito dal confronto di schede tecniche che fece Zeb89 tra Iphone 6 e LG G4 poiché vidi i dati duri e puri, le grandi differenze hardware e non solo tra i due smartphone.

Il G4 mi stava convincendo sempre più, anche comparato ad altri cellulari Android, grazie alla possibilità di sostituire la batteria facilmente per inserirne una già carica o in caso di degrado della stessa. La memoria base era di 32 Giga, espandibile grazie a MicroSD sommando 128 Giga ulteriori. Praticamente quasi un hard disk!

Mettiamoci poi gli sconti che si possono trovare online (dovuti all’imminente uscita del LG G5) e praticamente il telefono stava chiedendo di essere acquistato.

 

Una volta arrivato tramite corriere cominciai a provarlo e a testarlo:

-la qualità delle foto era eccelsa (16 MPX di fotocamera fanno la differenza)

-la batteria (3000 mAh) durava molto di più del telefono precedente, anche con la connessione dati, Bluetooth, NFC e wifi attivati.

-finalmente potevo “non badare a spese” riguardo alla memoria, fare foto e a salvare file sullo smartphone                 

-scoperti i widget (interfacce grafiche personalizzabili di app scaricate) non riuscii più a farne a meno.

I widget mostrano ad esempio ora, data, credito, meteo, segnale, temperatura batteria, dati internet rimasti, ecc…

Queste interfacce sono estremamente comode e mi permettono di risparmiare tempo non dovendo aprire le varie app che danno le informazioni che voglio, sono davvero un’ottima idea.

-fantastica la scoperta dei launcher, i quali modificano molto la home e l’assetto del telefono rendendolo ulteriormente personalizzabile.

-ci sono ovviamente difetti come in tutte le cose: Android soffre un po’ di bloatware ed è più facile prendere virus rispetto a iOS. Tuttavia si può ovviare al primo difetto con la memoria espandibile e app cleaner di file, mentre al secondo installando un antivirus (nel mio caso Avast).

-altro difetto da me reputato alquanto importante è la mancanza di supporto di Flash Player, il cui aggiornamento per Android è cessato nel 2013 per far posto ad HTML5, più leggero e efficiente. Sebbene ci sia un guadagno per la batteria e la memoria utilizzando HTML5, molti siti ancora utilizzano Flash per video, giochi e altro, pertanto sono dovuto ricorrere a Puffin Browser che mantiene la compatibilità con Flash sino alle versioni di Flash più recenti.

-ancora un altro micro difetto è l’assenza di un pulsante esterno per silenziare il telefono. Questo è comunque un pelo nell’uovo e ,tempo una settimana, usavo già il pulsante nel menu pull-down.

Analizzando tutte queste novità (per me) mi rendo conto che la parola d’ordine è: personalizzabile.

Quasi tutte le caratteristiche del sistema operativo Android sono altamente personalizzabili di suo e se non lo sono, si possono utilizzare app facilmente trovabili sul Playstore.

Posso dire quindi di essere pienamente soddisfatto del cambio di telefono che ho fatto e sono consapevole del fatto che molti vantaggi che ho ottenuto non sono dovuti a Android ma al fatto che il nuovo telefono è molto più recente del vecchio (2015 rispetto a 2011).

Va da sè dire che con un Iphone 6S avrei ottenuto comunque alcuni miglioramenti nell’esperienza ma ad un prezzo molto più elevato, fattore importantissimo nella scelta di uno smartphone secondo me, e perdendo allo stesso tempo la personalizzabilità di Android.

Al mio LG G4 darei un 9/10 come voto, basandomi su queste prime settimane di utilizzo e lo consiglio a chiunque voglia avere un telefono top di gamma a prezzo estremamente contenuto e a chi voglia passare (come ho fatto io) da iOS a Android per provare un sistema operativo differente e molto più adatto a conferire la vostra personalità nello smartphone.

Opinione gentilmente offerta dal nostro lettore e, ormai, amico Luca Pagani che tutto il team dei MindlessNerds ringrazia pubblicamente.

 

Luca si è trovato molto bene con il G4 (uno dei migliori smartphone android sul mercato) e noi non possiamo che confermare le sue opinioni su personalizzazione e “personalità” dello smartphone; tuttavia una maggiore semplicità di utilizzo e ottimizzazione software di Apple/iOs spesso fanno pendere la scelta su tale brand. E voi? Da che parte vi schierate e come vi siete trovati? Fatecelo sapere commentando su Facebook o Google+!!!

 

Se volete rimanere sempre aggiornati riguardo gli sconti proposti, i video, le guide e le recensioni o se semplicemente volete sostenerci Vi invitiamo ad aggiungerci alle cerchie di G+, ad iscrivervi al canale YouTube o di Telegram e a seguirci sulla nostra pagina Facebook! Potete condividere i nostri articoli o lasciare un like anche con i social button che trovate a fondo pagina. Grazie. Saluti da DeVisu e da tutto il team MindlessNerds.

Seguici Online

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: |YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | Twitter | Twitch | Mixer | Mobcrush | Discord |

Inoltre se utilizzi un AD-BLOCK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.