Microfono studio a condensatore Aukey MI-W1 [Recensione Completa]

Microfono studio a condensatore Aukey MI-W1 [Recensione Completa]

Il microfono da tavolo che oggi vi presentiamo è il MI-W1 di Aukey, un microfono a condensatore da studio e da battaglia per così dire. Infatti costa circa 15 euro e offre tutto il necessario per collegarlo a PC, tablet o smartphone, assicurando nel contempo una pulizia nella registrazione superiore a quella di un classico microfono nella stessa fascia di prezzo.

Confezione

All’interno della classica scatolina di cartone riciclato Aukey, troviamo:

  • Microfono a condensatore Aukey MI-W1
  • Treppiede per microfono
  •  Cavo Cannon – Jack mini per il collegamento microfono-PC/Smartphone
  • Adattatore a 4 poli
  • Manuale di istruzioni illustrato 
  • Garanzia Aukey

Il packaging in cartone può essere riutilizzato per riporre e trasportare il microfono e tutti i suoi accessori.

Qualità del microfono Aukey MI-W1

Dal punto di vista costruttivo è davvero ben fatto e , se non per il peso estremamente ridotto e alcune imperfezioni nelle scanalature del connettore, da l’impressione di essere un microfono professionale. Al tatto il materiale con cui è costruito è davvero piacevole; la parte inferiore è di plastica gommata e qui troviamo anche il regolatore del guadagno​, mentre nella parte superiore troviamo la griglia di metallo color argento con all’interno la spugna che protegge il sensore e ne migliora la resa eliminando l’effetto sputacchio.

Nella parte inferiore del microfono troviamo invece lo spinotto cannon (XLR) che ci permette di collegare il cavo per far si che il microfono possa interfacciarsi con il computer, il jack da 3.5mm è a 3 poli quindi adatto soprattutto per essere collegato al PC. Una volta collegato il microfono è pronto all’uso, non avrete assolutamente bisogno di una scheda audio esterna e nemmeno di un alimentatore esterno a 48V

Ovviamente se dovete utilizzare il microfono per collegarlo allo smartphone/tablet vi consiglio di utilizzare l’adattatore jack da 3.5mm a 4 poli fornito dal produttore, il quale è composto da due ingressi, uno per le vostre cuffie e uno per il microfono Aukey.

Il mini-treppiede fornito è ideale per un utilizzo da tavolo come ad esempio nel caso registrazione audio per podcast e video. Una volta posizionato la sua altezza è di circa 16cm e grazie ad un meccanismo a vite è possibile regolare l’inclinazione del microfono rispetto all’orizzontale.

Conclusioni

Rispetto all’audio registrato dal microfono dalla webcam o direttamente dalle cuffie , la traccia registrata con il microfono AUKEY è meno “rumorosa” e meno “metallica” anche se l’apertura dell’acquisizione del suono sembra “un po’ diesel” eliminando molti rumori ma rischiando di troncare molti vocalizzi brevi. In ogni caso la qualità generale è buona soprattutto in rapporto al prezzo. In base alle nostre prove il microfono di Aukey acquisisce in special modo le frequenze medio-alte, perdendo un po’ nel resto della gamma. Con un piccolo ritocco dell’audio in post-produzione si possono ottenere dei risultati davvero notevoli nonostante le modeste specifiche.

Molto dipende anche dalla qualità dei dispositivi di paragone, ovviamente non regge assolutamente il confronto con il mio microfono professionale e se avete un PC di fascia alta con ad esempio 3 microfoni con controllo AEC come nel caso del computer da cui solitamente lavoro, l’Aukey fa fatica ad emergere.

Per concludere, questo microfono è adatto principalmente a chi vuole iniziare e ha bisogno di un minimo di qualità con un piccolo investimento, ovviamente non lo consiglio per utilizzi professionali. Se il vostro scopo è quello di registrare tracce audio che andranno a completamento di video per YouTube oppure lo volete utilizzare per registrare la vostra voce senza troppe pretese, questo è il microfono che fa per voi!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.