Recensione Cuffie Sony MDR-XB950AP

Sony ci strabilia con delle cuffie dal rapporto qualità/prezzo a dir poco fantastico!! Scopriamole insieme!

INSCATOLAMENTO 

La scatola parla chiaro. Il fronte e il retro sono tappezzati di scritte quali: “deep bass”, “extra basses”. È evidente come Sony abbia puntato ai bassi, alla profondità di quest’ultimi e all’immersione sonora e lo sottolinea descrivendoci sul retro della scatola la tecnologia usata per il padiglione. Spessore del trasduttore, grandezza dell’impedenza e risposta in frequenza primeggiano sul retro della scatola. Roba da smanettoni che a noi piace particolarmente.

IL PRIMO IMPATTO: QUALITÀ COSTRUTTIVA

La struttura “portante” della cuffia è di ottima qualità: alluminio satinato, spesso, resistente e oleofobico. Il resto è di plastica (policarbonato, come direbbero altri produttori furboni). La qualità costruttiva complessiva è impressionante, sopratutto del cuscinetto che andrà ad isolarci dal mondo esterno, che non sembra affatto delicato o facilmente usurabile. Il cavo piatto (lungo 1,2m) non si attorciglia facilmente e l’attaccatura ad “L” del jack da 3.5mm ci facilità l’utilizzo con pc, tablet e consoles; ce lo complica con riproduttori musicali o smartphones che riporremo in tasca. Utilissimo il tasto per le funzioni multimediali, riconosciute da ogni tipo di device, altrettanto comoda la posizione del microfono.

SPECIFICHE TECNICHE E IMMERSIONE SONORA

Il trasduttore  elettrodinamico da 40mm fornisce una risposta ai bassi eccezionale. Il senso di immersione è totale e il padiglione, anche se messo in difficoltà estrema con brani importanti come “Angel” dei Massive Attack, non mostra segni di cedimento o di scricchiolio nemmeno al massimo volume (106db). Il padiglione risponde a frequenze che vanno dai 3 ai 28000Hz (ed è subito chiaro, ai meno inesperti, quanto questa sia un ottima banda di risposta). Il suono è colorato e definito: i bassi sono profondi ma equilibrati, non ovattano eccessivamente l’esperienza sonora e non coprono i medi e gli alti definitissimi. Fondamentale è stata quindi la scelta dell’impedenza da 40 Ohm che da un lato abbassa il volume massimo (rispetto ai soliti 32 Ohm), ma dall’altro aumenta la definizione generale e si rivela un ottimo compromesso sia per gli ascoltatori “casual” che per i “puristi” della fedeltà sonora (per quanto questo sia possibile nell’era digitale).

VOTO COMPLESSIVO E CONCLSIONE

Le Sony MDR-XB950AP stupiscono. Considerando il prezzo a cui sono facilmente reperibili in internet e la qualità generale del prodotto, probabilmente non hanno rivali (Qualità/Prezzo). Non hanno nulla da invidiare a modelli ben più costosi delle esaltate Monster “Beats Solo” o alla stragrande maggioranza delle Sennheiser (appartenenti a quella fascia di prezzo).

Consigliamo dunque vivamente questo Headset sia agli ascoltatori più casual, sia agli intenditori dal padiglione “sopraffino”.

Link Acquisto

Se volete rimanere sempre aggiornati riguardo gli sconti proposti, i video, le guide e le recensioni o se semplicemente volete sostenerci Vi invitiamo ad aggiungerci alle cerchie di G+, ad iscrivervi al canale YouTube o di Telegram e a seguirci sulla nostra pagina Facebook! Potete condividere i nostri articoli o lasciare un like anche con i social button che trovate a fondo pagina. Grazie. Saluti da Lagunare95 e da tutto il team MindlessNerds.

Seguici Online

I MindlessNerds si augurano che l’articolo sia di tuo gradimento. Ti invitiamo ad iscriverti e a seguirci su: |YouTube | Facebook | Instagram | Gruppo Telegram | Twitter | Twitch | Mixer | Mobcrush | Discord |

Inoltre se utilizzi un AD-BLOCK ti chiediamo di aggiungerci alle eccezioni, potremmo così sostenere i costi di gestione e manutenzione del sito. Grazie

5 comments

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.